Minniti e Del Sette all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Minniti e Del Sette all'inaugurazione dell'anno giudiziario a ReggioIl ministro dell’Interno Marco Minniti, il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette, la presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi ed il sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore saranno presenti all’inaugurazione dell’ anno giudiziario in programma a Reggio Calabria il 28 gennaio prossimo nella Scuola allievi carabinieri.

A renderlo noto è stato il presidente della Corte d’appello Luciano Gerardis incontrando i giornalisti. “È un segnale forte dello Stato – ha detto Gerardis – verso una realtà in cui persiste una forte domanda di giustizia e di sicurezza. Quest’anno, sotto la mia responsabilità, incontreremo la cittadinanza al Cedir il venerdì pomeriggio per ascoltare quanti vorranno rappresentare non problemi singoli ma affermazioni e contributi di categorie sociali”.

“Non daremo risposte immediate ma raccoglieremo questi contributi al fine di affrontarli e risolverli. Per quanto ne sappia si tratta della prima sperimentazione in tutta Italia a ridosso della cerimonia di apertura dell’anno giudiziario”. Nel corso del pomeriggio di venerdì, a conclusione dell’incontro con la cittadinanza, nell’Auditorium Versace sarà presentata la piece teatrale “Un diritto di traverso”, di cui è autore il magistrato Salvatore Cosentino.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER