Sorpreso con 9 chili di marijuana, arrestato

Carlomagno campagna ottobre 2018

marijuana reggioI Finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria, hanno arrestato per droga un 54enne a Ardore, nel Reggino, poiché trovato complessivamente in possesso di circa 9 chili di marijuana e una serra artificiale composta da 109 piantine di cannabis. La droga, tra cui quasi 500 semini di cannabis, avrebbe potuto fruttare circa 400mila euro se immessa nel mercao dello spaccio.

Nel corso di un controllo in centro città, l’uomo, originario di un paese della fascia jonica, ha mostrato sin da subito insofferenza così da insospettire i militari che hanno deciso di fare un’ispezione scoprendo che il soggetto era in possesso di una borsa di carta, con all’interno tre involucri di plastica sottovuoto contenenti complessivamente oltre 1.600 grammi di marijuana.

La successiva perquisizione domiciliare, svolta presso la sua abitazione e altre pertinenze hanno inoltre consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro una vera e propria serra artificiale costituita, oltre che da un professionale impianto di riscaldamento e illuminazione alimentato tramite un abusivo allaccio alla rete elettrica, da 109 piantine di marijuana.

piantine cannabis

Sempre presso l’abitazione, sono stati rinvenuti altri 7 chili di marijuana già confezionati sottovuoto, circa un grammo di cocaina, nonché  465 semi di cannabis, pronti ad essere immessi sul mercato. Scattate le manette, l’uomo su disposizione del pm di turno presso la Procura di Reggio Calabria è stato condotto in carcere. Dovrà rispondere di illecita coltivazione, trasporto e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché per per furto aggravato di energia elettrica. Lo stupefacente sequestrato avrebbe consentito di ricavare ben 38 mila dosi che avrebbero fruttato al dettaglio, illeciti guadagni per circa 380.000 euro.