Accoltellato a Villa San Giovanni, fermato un ventenne

Si tratta di un giovane di origini albanesi. E' accusato di tentato omicidio. Le indagini dopo la rissa scoppiata ieri vicino un istituto professionale. Denunciati altri giovani

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021

controllo carabinieriC’è un fermo per l’accoltellamento avvenuto ieri nei pressi di un istituto professionale di Villa San Giovanni dove, durante una rissa, è stato gravemente ferito un ragazzo di 17 anni. Si tratta di Nexhat Kica, un incensurato ventenne di origini albanesi, ma residente a Villa.

Il giovane è accusato di tentato omicidio. I carabinieri hanno denunciato a piede libero altri giovani coinvolti nella rissa, due maggiorenni albanesi e due minori italiani, uno di questi ultimi accusato anche di porto illecito di oggetti atti ad offendere in quanto, nel corso di una perquisizione, è stato trovato in possesso di un coltello.

Il fermato è stato riconosciuto dalla stessa vittima, oltre che da altri giovani che sono rimasti coinvolti nella rissa culminata nel tentato omicidio, avvenuto nei pressi dell’ingresso dell’Istituto professionale alberghiero di Villa San Giovanni.

Secondo quanto la ricostruzione dei carabinieri, il diciassettenne sarebbe stato ferito perché avrebbe tentato di fare da paciere in una lite per futili motivi scoppiata tra due giovani, uno dei quali, per reazione, l’avrebbe accoltellato. Le indagini dei carabinieri, comunque, proseguono per ricostruire in ogni dettaglio la dinamica di quanto è accaduto.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM