Maxi piantagione di marijuana scoperta tra Laureana e Rosarno, arresti

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

piantagione marijuana cacciatoriUna maxi piantagione di canapa indiana composta da oltre 3000 arbusti è stata scoperta dai carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro e dai “Cacciatori” di Calabria che hanno trovato anche altre 200 piante ed arrestato due persone nell’ambito di un servizio di rastrellamento finalizzato al contrasto della coltivazione di droga.

La maxi piantagione è stata trovata dai militari su un terreno agricolo al confine tra i Comuni di Laureana di Borrello e Rosarno su un terrazzamento di 23 filari e occultata tra la vegetazione. I carabinieri della Compagnia di Palmi, in un’area boschiva in località Serro Rungi di Cosoleto, hanno arrestato Saverio Papalia, 51enne di Delianuova, sorpreso a curare circa 200 piante di canapa.

L’uomo ha tentato la fuga gettandosi in una scarpata ma è stato soccorso e arrestato. I Carabinieri della Compagnia di Taurianova, infine, in località Catena di Cittanova, hanno arrestato Giovanni Addario (31) per la coltivazione di 5 piante di marijuana.