Danneggiata targa ricordo dei vigili urbani uccisi a Reggio Calabria

Black Friday Carlomagno novembre 2018

targa marino machedaE’ stata divelta da persone non identificate, a Reggio Calabria, la targa commemorativa apposta a piazza Castello e dedicata agli agenti di Polizia municipale Giuseppe Macheda e Giuseppe Marino, uccisi nell’esercizio delle loro funzioni dalla criminalità organizzata nel 1985 e nel 1993.

A darne notizia è stato il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà che dopo avere compiuto un sopralluogo, condannando l’accaduto, ha dichiarato l’immediata intenzione dell’Amministrazione comunale di ripristinare la targa.

“E’ un gesto ignobile e vergognoso – ha detto Falcomatà – e chi ha danneggiato quella targa dimostra di non voler bene alla città, alla sua storia, alla sua memoria, alla sua identità. Gli agenti di Polizia municipale Marino e Macheda rappresentano un riferimento ed un esempio fulgido di senso del dovere, rispetto delle regole, senso civico e concreta difesa della legalità contro i soprusi della criminalità organizzata. Ho già chiesto che la targa sia immediatamente ripristinata”.

Giuseppe Macheda, allora trentenne, è stato ucciso il 28 febbraio del 1985 quando stava effettuando controlli contro l’abusivismo a Reggio Calabria. Giuseppe Marino, è stato invece trucidato a soli 43 anni il 16 aprile 1993, su corso Garibaldi.

Marino stava stava facendo rispettare le nuove disposizioni sul traffico, quando è stato avvicinato da ignoti che gli hanno sparato sei colpi d’arma da fuoco. Il poliziotto è stato ucciso forse per una multa elevata per infrazioni al Cds. Il delitto è ancora impunito.