Inaugura il negozio e dopo un’ora subisce un attentato. Indagini

L'intimidazione ieri sera nel quartiere Santa Caterina di Reggio Calabria, zona dove i clan esercitano forti pressioni criminali. Numerosi i colpi di pistola esplosi da due banditi in moto

Carlomagno campagna Alfa Romeo Stelvio Luglio 2019

Domenica sera ha inaugurato il suo nuovo centro di benessere ma a qualche ora dall’apertura glielo hanno crivellato con numerosi colpi di arma da fuoco.

L’attentato è successo nel quartiere “Santa Caterina”, a Reggio Calabria. Vittima dell’intimidazione, una signora che nella zona sud della Città dello Stretto è titolare di altri due centri denominati “Intrecciano parrucchieri”.

L’attività doveva iniziare stamattina dopo che ieri sera la titolare, con parenti e amici, aveva inaugurato con una festicciola il nuovo centro di benessere. Secondo quanto accertato fino ad ora dalla polizia, dopo l’inaugurazione, prima delle 22, due banditi sono arrivati a bordo di uno scooter esplodendo i colpi d’arma da fuoco – presumibilmente con una calibro 9 – contro le mezze sarrande abbassate del negozio provocando gravi danni ai vetri e ad alcuni mobili all’interno.

Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi sulla matrice dell’attentato, le cui modalità mafiose, comunque, sembrano confermare il controllo che in quella zona della città esercitano i clan della ‘ndrangheta vicini alle cosche De Stefano-Tegano.