Topi d’auto in trasferta beccati dopo inseguimento, arrestati

Da Rosarno a San Calogero, quattro soggetti con precedenti avevano rubato una vettura. I carabinieri insospettiti li hanno inseguiti e hanno scoperto il furto

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

perquisizione carabinieri viboI Carabinieri di San Calogero (Vibo), hanno arrestato quattro persone di Rosarno, con precedenti, con l’accusa di furto d’auto. I quattro, Pietro Giuseppe Bellocco, di 36 anni, Giuseppe Gallo, di 41, Giovanni Sesini, di 29, e Francesco Demari, di 28, avrebbero consumato il reato in trasferta.

Questi i fatti: i militari mentre pattugliavano il territorio hanno notato un’autovettura che sfrecciava lungo una strada che si snodava tra le campagne vicine alla statale 18. Insospettiti, i carabinieri si sono posti all’inseguimento dell’autovettura fino a riuscire a intercettarla a un incrocio.

A bordo all’autovettura sono stati identificati 4 soggetti, tutti rosarnesi con precedenti giudiziari per reati contro il patrimonio. L’autovettura sulla quale viaggiavano, una Smart Fourfour, era stata rubata poco prima a Jonadi mentre si trovava parcheggiata in strada.

Secondo quanto ricostruito, i quattro dopo aver perpetrato il furto si stavano dirigendo verso il luogo di origine, cercando di passare inosservati attraversando le campagne di San Calogero.

I quattro soggetti sono stati quindi arrestati per il reato di furto aggravato in concorso. Su disposizione della Procura della Repubblica di Vibo Valentia i quattro sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito per direttissima. Nel contempo, l’autovettura è stata riconsegnata al legittimo proprietario.