Rapina in market di Reggio, arrestate due persone

Dalle immagini di video-sorveglianza i poliziotti sono riusciti a risalire ai due giovani. Uno minacciava con una pistola il cassiere, l'altro arraffava il bottino: duemila euro

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Questura di Reggio CalabriaDue persone, Leandro Domenico Stillitano, di 20 anni, e Antonino Labate di 24, sono state arrestate dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, perché ritenute responsabili di una rapina a mano armata ai danni di un supermercato del centro.

L’arresto di Stillitano e Labate, accusati di rapina, detenzione e porto illegale di arma da fuoco e oggetti atti ad offendere, è stato fatto in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip su richiesta della Procura di Reggio.

I fatti risalgono all’11 gennaio scorso quando i due, secondo quanto ricostruito, armati rispettivamente di pistola e coltello erano entrati in un esercizio affollato di clienti e sotto la minaccia delle armi si erano fatti consegnare il denaro, circa 2 mila euro, presente in cassa.

Attraverso l’esame delle immagini riprese dal sistema di video sorveglianza i poliziotti sono riusciti a risalire ai due giovani rilevando che Labate aveva puntato più volte la pistola contro un dipendente mentre Stillitano si impossessava del bottino.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER