Rapina in market di Reggio, arrestate due persone

Dalle immagini di video-sorveglianza i poliziotti sono riusciti a risalire ai due giovani. Uno minacciava con una pistola il cassiere, l'altro arraffava il bottino: duemila euro

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019

Questura di Reggio CalabriaDue persone, Leandro Domenico Stillitano, di 20 anni, e Antonino Labate di 24, sono state arrestate dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, perché ritenute responsabili di una rapina a mano armata ai danni di un supermercato del centro.

L’arresto di Stillitano e Labate, accusati di rapina, detenzione e porto illegale di arma da fuoco e oggetti atti ad offendere, è stato fatto in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip su richiesta della Procura di Reggio.

I fatti risalgono all’11 gennaio scorso quando i due, secondo quanto ricostruito, armati rispettivamente di pistola e coltello erano entrati in un esercizio affollato di clienti e sotto la minaccia delle armi si erano fatti consegnare il denaro, circa 2 mila euro, presente in cassa.

Attraverso l’esame delle immagini riprese dal sistema di video sorveglianza i poliziotti sono riusciti a risalire ai due giovani rilevando che Labate aveva puntato più volte la pistola contro un dipendente mentre Stillitano si impossessava del bottino.