Simulano furto, vanno a denunciare ma con documenti falsi: arrestati

Incastrati dalle telecamere di sorveglianza e da alcune contraddizioni emerse nel racconto dei tre che hanno insospettito gli agenti Polfer di Villa San Giovanni

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019

Villa, Simulano furto, vanno a denunciare ma con documenti falsi: arrestatiIn tre hanno simulato un furto di carte di credito, telefonino e documenti per poi andare alla Poliza ferroviara a denunciare, ma due di loro si sono presentati con documenti falsi e sono stati arrestati.

Ai poliziotti uno di loro, un italiano di 37 anni che era in compagnia di altre due persone di 20 e 26 anni, ha riferito di aver subito il furto della sua tracolla, lasciata incustodita nella sala d’attesa della stazione, al cui interno vi erano delle carte di credito ed effetti personali.

La visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza ed alcune contraddizioni emerse nel racconto dei tre hanno insospettito gli agenti che hanno ritenuto di approfondire gli accertamenti, effettuando un controllo anche sui bagagli che i tre portavano con sé.

E’ così che i poliziotti hanno ritrovato il cellulare, le carte di credito e i documenti di cui poco prima era stato denunciato il furto. Per i tre è scattata la denuncia per concorso in simulazione di reato, ma per due di loro è scattato anche l’arresto essendo risultato che i documenti rivenuti erano contraffatti.