Migranti in un albergo abusivo, i carabinieri lo sequestrano

L'albergo, per un anno, era stato utilizzato per accoglienza di richiedenti protezione internazionale pur essendo carente dei titoli edilizi di agibilità, abitabilità e sicurezza

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

I carabinieri della Compagnia di Melito Porto Salvo hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Procura della Repubblica, della struttura alberghiera “Stella Marina”.

L’albergo, per un anno, tra ottobre 2016 e ottobre 2017, era stato utilizzato per il servizio di accoglienza di migranti richiedenti protezione internazionale pur essendo carente, riferiscono gli investigatori, dei titoli edilizi di agibilità, abitabilità e sicurezza in quanto composto da opere abusive.

I militari hanno anche sequestrato le quote sociali ed il conto corrente della Leone srl, la società che ha in gestione l’immobile oggetto di sequestro. Sequestrati anche i rapporti bancari, finanziari e assicurativi ed un quinto dei trattamenti retributivi, pensionistici ed assistenziali degli amministratori della Leone srl, sino al raggiungimento del profitto illecito, quantificato in 550 mila euro.