Armi, munizioni e droga, due arresti a Reggio e provincia

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

E’ di due arresti il bilancio di due distinte operazioni dei carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria: uno per armi, l’altro per droga.

I militari delle stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e di Sinopoli hanno arrestato Domenico Antonio Caruso 57enne, eufemiese accusato di detenzione illegale di armi e munizioni.

I militari dell’Arma hanno condotto varie perquisizioni alla ricerca di armi e munizioni illegittimamente detenute e dopo aver sottoposto a perquisizione l’abitazione di Caruso, hanno esteso il controllo al garage dove, ben nascoste in alcuni anfratti, sono state rinvenute una pistola calibro 9, una calibro 7,65, entrambe con matricola punzonata, ed un’alta pistola a tamburo calibro 357. Inoltre sono state sequestrate più di 100 munizioni per pistola, anch’esse illegittimamente detenute.

Un arresto a Reggio città
I militari della compagnia di Reggio Calabria hanno invece arrestato in flagranza di reato, Gianluca Calanna, 23enne disoccupato, gravato da precedenti di polizia perché accusato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

In particolare, gli uomini dell’Arma, mentre percorrevano la centralissima via Cimino, incrocio via Cairoli, hanno visto il ragazzo gettare dal finestrino dell’auto uno spinello e darsi subito alla fuga.

Dopo un breve inseguimento, i carabinieri hanno bloccato il ragazzo che sottoposto a perquisizione veicolare, è stato trovato in possesso di un borsello con all’interno un involucro contenente alcuni grammi di marijuana.

Estesa una perquisizione alla sua abitazione, e anche li lo hanno trovato in possesso di un involucro con all’interno circa 120 grammi di marijuana ben occultata all’interno della cantina.