‘Ndrangheta, la Dia sequestra una villa a persona vicino a cosca

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

La Dia di Reggio Calabria, coordinata dalla Procura reggina, ha eseguito un decreto di sequestro nei confronti di Francesco Gullace, di 70 anni di Cittanova, attualmente detenuto, appartenente alla cosca Raso-Gullace-Albanese. Il sequestro è stato disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria.

A Gullace è stata applicata, nel marzo del 1995, la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per tre anni, per una condanna per detenzione illegale di armi ed associazione per delinquere. Nel 2016 è stato coinvolto nell’operazione “Alchemia” culminata con l’esecuzione di 42 misure cautelari emesse nei confronti suoi e di altri soggetti affiliati e contigui alla ‘ndrangheta, indagati per associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione ed intestazione fittizia di beni e società.

Il sequestro ha riguardato una villetta a due piani, dell’estensione di circa 280 metri quadri in località Zomaro di Cittanova.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER