Procurò incidente mortale a Melicucco, arrestato per omicidio stradale

Nello scontro frontale perse la vita la giovane Chiara Fava. Alta velocità e alcool sei volte superiore ai limiti alla base del provvedimento contro un rumeno di 42 anni. Rischia fino a 18 anni


E’ stato arrestato per omicidio stradale il conducente di una vettura che il 19 gennaio scorso, a Melicucco, si è scontrata frontalmente con una Lancia Y condotta da Chiara Fava, di 27 anni, che è deceduta per le ferite riportate. L’uomo, G.I., di 42 anni, di nazionalità romena, è rimasto gravemente ferito nello scontro. Feriti anche gli altri due occupanti della vettura condotta da lui.

Dopo l’incidente sono intervenuti sul posto gli agenti del Distaccamento della Polizia stradale di Siderno. Dalla ricostruzione fatta è emerso che la vettura Mitsubishi Pajero condotta da G.I., a causa dell’alta velocità, invadeva la corsia opposta scontrandosi frontalmente con la Lancia Y.

Dagli accertamenti etilometrici fatti sugli occupanti del Pajero è emerso che il conducente aveva un tasso alcolemico pari a 3 grammi per litro, mentre gli altri due trasportati di 2 gr/l. L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza e adesso il Gip del tribunale di Palmi ha convalidato l’arresto disponendo la custodia in carcere. Secondo le norme sull’omicidio stradale l’uomo rischia fino a 18 anni di reclusione.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb