Salvini a Reggio: “Cambiare lo statuto della Regione”


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Matteo Salvini al cantiere del nuovo palazzo di giustizia di Reggio Calabria (Ansa)

“Una delle iniziative della Lega nell’immediato futuro nel Consiglio regionale sarà la richiesta di cambiamento dello Statuto”. Lo ha detto Matteo Salvini, parlando con i giornalisti nel cantiere del nuovo Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria.

“Siamo dell’idea – ha aggiunto – che chi occupa il posto di assessore, proprio per la mole di lavoro e di impegni cui deve fare fronte, non possa contemporaneamente fare il Consigliere. È cosi in altre Regioni del Paese, si può fare anche in Calabria”.

Salvini ha poi detto di avere parlato con i pescatori di Bagnara aggiungendo che “con queste limitazioni e queste regole europee non solo la pesca mediterranea ma anche l’agricoltura della Calabria non emergeranno mai dallo stato di crisi”.

Il leader della Lega ha poi annunciato che per le comunali di Reggio avanzerà una una propria proposta “di sindaco o di sindaca” e che “non appena conquisteremo il Comune lavoreremo per completare” il nuovo palazzo di giustizia.

L’ex vicepremier ha poi parlato della situazione nazionale: “Questo è un governo che campa solo sui rinvii e invece con la libertà dei cittadini non si scherza. La prossima settimana depositeremo in Parlamento le nostre proposte in tema di concessioni pubbliche, tasse sulla plastica e sulla giustizia. Posso solo dirvi che non andranno avanti ancora per molto”, dice riferendosi alla durata del governo guidato dal premier Conte.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM