Minacciò di morte l’arbitro dopo un rigore ripetuto, Daspo di 5 anni per allenatore


Il questore di Reggio Calabria Maurizio Vallone ha emesso due provvedimenti di Divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive (Daspo).

Avrà la durata di 5 anni il Daspo nei confronti di A. G., di 41 anni, allenatore dell'”A.S.D. Ludos Ravagnese Calcio”, resosi responsabile dei disordini avvenuti occorsi l’8 febbraio, a Croce Valanidi, durante l’incontro con l’Africo, valevole per il Campionato di Promozione 2019/20.

Il tecnico, in quella circostanza, avrebbe minacciato di morte l’arbitro a causa dell’assegnazione e della ripetizione di un rigore a favore della squadra ospite dopodiché i suoi giocatori hanno accerchiato la terna arbitrale offendendola e minacciandola a loro volta.

Il secondo provvedimento, della durata di due anni, è stato emesso nei confronti di V. G.,(40), tifoso del Locri che si sarebbe reso responsabile dei disordini verificatosi a novembre in occasione dell’incontro con la Reggiomediterranea, valevole per il Campionato di Eccellenza 2019/20.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb