Bruciata dall’ex marito, dimessa donna calabrese

Carlomagno Jeep Renegade Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

E’ tornata a Reggio Calabria Maria Antonietta Rositani, la donna che l’ex marito Ciro Russo l’11 marzo 2019 aveva tentato di uccidere gettandole addosso della benzina e dandole fuoco.

La donna, che aveva riportato gravi ustioni, rimanendo per lungo tempo in pericolo di vita, era stata trasferita nel Centro grandi ustioni di Brindisi dove è stata curata fino ad oggi.

L’ex marito, che si trovava agli arresti domiciliari ad Ercolano (Napoli), era evaso per arrivare fino in Calabria.

“Maria Antonietta è tornata la sua città – afferma Cinzia Nava, presidente della Commissione regionale pari opportunità della Calabria – e non poteva esserci notizia più bella in questo momento di isolamento, sbandamento e paura, a causa dell’emergenza coronavirus. E’ passato un anno da quel gesto di violenza e lei ha trovato nel coraggio di cui, a volte, sono capaci solo le donne e nell’amore smisurato per i suoi figli, la vera ragione di vivere e di superare una prova durissima”.

Tentato omicidio a Reggio, catturato Ciro Russo. Era in pizzeria

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb