Rapina un negozio con il volto coperto da una mascherina, preso


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Avrebbe compiuto una rapina a Reggio in un negozio di abbigliamento e casalinghi coprendosi il volto con una normale mascherina e un cappellino. Dopo aver visionato le immagini di videosorveglianza presenti nel locale e in zona, gli agenti della Squadra mobile di Reggio Calabria sono riusciti a individuare il presunto autore, che è finito in carcere su ordine del giudice. Si tratta di Candeloro Ambroggio, di 47 anni, con precedenti.

I fatti risalgono allo scorso 3 agosto quando un uomo entrò nel “K2 Store” di Pellaro con il volto travisato, appunto, da una mascherina anti virus e un cappellino da baseball. Dopo essere entrato all’interno dell’esercizio commerciale, l’uomo dapprima ha finto per qualche minuto di attendere il proprio turno alla casa e, successivamente, ha estratto dal borsello una pistola semiautomatica puntandola verso le commesse, alla presenza di clienti.

Una volta che le donne, spaventate, si sono accovacciate a terra, l’uomo ha superato il bancone e, dopo aver chiesto ripetutamente l’incasso, sempre con l’arma puntata, ha obbligato una commessa ad aprire la cassa da cui ha sottratto la somma di circa 1.000 euro per poi fuggire.

Sulla base degli elementi raccolti nel corso delle indagini, l’uomo è stato rintracciato e denunciato alla Procura della Repubblica che, in forza della gravità indiziaria e della sussistenza delle esigenze cautelari, ha chiesto ed ottenuto dal gip la misura cautelare della custodia in carcere.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER