Produceva in casa marijuana, arrestato un giovane nel reggino

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Aveva impiantato nella sua abitazione un vero e proprio laboratorio artigianale per la produzione e detenzione di marijuana. Giuseppe Agostino, di 25 anni, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri a Gioiosa Jonica, con l’accusa di produzione, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

I militari, assieme ai Cacciatori di Calabria, nell’ambito delle attività di controllo del territorio, sono stati attirati dal forte odore di marijuana che si spandeva lungo le vie limitrofe alla casa di Agostino e hanno fatto irruzione nell’edificio trovando in cantina 19 piante di marijuana, fertilizzanti, e lampade alogene assieme a due buste contenenti circa 300 grammi di sostanza stupefacente già essiccata. Trovate anche 16 munizioni a pallini illecitamente detenute.