Arrestati a Messina due “corrieri” provenienti da Villa. Trasportavano 35 kg di droga

guardia di finanza Messina

I Finanzieri di Messina hanno sequestrato circa 35 chili di marijuana, occultati all’interno di un autocarro che, come da documentazione di accompagnamento, risultava trasportare generi ortofrutticoli destinati alla Sicilia orientale.

L’autotrasportatore e il passeggero “accompagnatore”, entrambi di origini catanesi, sono stati arrestati in flagranza di reato per traffico di droga e condotti in carcere a Messina.

All’esito del controllo, i militari hanno sequestrato anche duemila euro in contanti e telefoni cellulari. Il sequestro e gli arresti sono stati eseguiti nel corso dei quotidiani controlli effettuati sui mezzi in transito sullo Stretto, provenienti da Villa San Giovanni e con luogo di arrivo il porto di Tremestieri, porta di accesso alla Sicilia per i traffici commerciali su gomma.

In tale ambito, le Fiamme gialle, insospettite dall’inquieto atteggiamento dell’autotrasportatore e del suo presunto complice, hanno effettuato un controllo del mezzo e del rimorchio, avvalendosi dell’ausilio di un cane antidroga.

All’interno di un vano porta bancale, sono state rinvenute 8 confezioni di marijuana, tutte sigillate, per un totale di circa 35 chili. La droga, pronta per essere immessa nel fiorente mercato siciliano, avrebbe potuto fruttare al dettaglio, profitti per circa 350.000 euro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM