Rinvenute nel reggino due piantagioni di canapa indiana


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
archivio

Due piantagioni di canapa indiana sono state scoperte e sequestrate dai carabinieri all’interno di un immobile disabitato a Platì. All’interno dell’edificio, in due vani distinti, erano state messe a dimora circa 200 piante di un’altezza compresa tra il metro e mezzo e i due metri.

Le piantagioni erano state dotate di un sistema di irrigazione costituito da tubi di gomma in grado di estendersi anche all’esterno dell’immobile e di un sistema di ventilazione.

I militari, che hanno operato in sinergia con lo Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, hanno anche individuato e disattivato, con il supporto di personale Enel, un sofisticato impianto elettrico abusivo collegato alla rete pubblica che sottraeva un ingente quantitativo di energia per alimentare illegalmente i sistemi di illuminazione, ventilazione ed irrigazione.

La sostanza stupefacente ricavata dalle due piantagioni, se immessa sul mercato avrebbe fruttato decine di migliaia di euro. La droga è stata distrutta previo campionamento per le successive analisi chimiche.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM