Sequestrati nel reggino prodotti ittici e alimentari


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
archivio

Circa 30 chilogrammi di prodotti ittici e alimentari, posti in vendita in violazione delle normative di igiene e tracciabilità, sono stati sequestrati a Gioia Tauro a due esercenti nei confronti dei quali sono state elevate sanzioni per 8 mila euro.

Durante una serie di servizi straordinari mirati all’accertamento di violazioni in materia di polizia ambientale e agroalimentare e di rispetto dei protocolli di sicurezza Covid-19 nel rione Marina e sul Lungomare della città del porto, personale del Commissariato di P.S.

di Gioia Tauro, unitamente ai Militari del Nucleo investigativo del Gruppo Carabinieri Forestali di Reggio Calabria, hanno controllato due attività commerciali alimentari, una pescheria ed un panificio.

All’interno dei due esercizi sono state riscontrate violazioni in materia agroalimentare ed igiene, relative alle procedure di autocontrollo basate sul sistema HACCP, igiene dei locali e tracciabilità dei prodotti alimentari.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM