Piantagioni di canapa nel reggino, tre arresti

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Produzione illecita di sostanze stupefacenti. Questa l’accusa con cui i carabinieri, a Bovalino, nel reggino, hanno arrestato un 26enne e un 31enne, al termine di un controllo effettuato dai militari della stazione di Bovalino insieme allo squadrone eliportato Cacciatori della Calabria nel corso del quale sono state scoperte tre piantagioni di canapa.

Durante un rastrellamento in località “Pozzo” e “Maso Lombardo”, in area e boschiva, i carabinieri hanno trovato, in terreni demaniali privi di recinzione e accessibili a chiunque, nascoste tra la fitta vegetazione, le piantagioni costituite da circa 1500 piante sia di canapa indiana che della variante nana, la cui irrigazione era consentita da un articolato sistema a “goccia”.

Gli arrestati, ad esito delle formalità di rito, sono stati accompagnati presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER