Ghota, ex senatore Caridi: “Io assolto? Bene, ma mia vita mortificata”

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
il senatore Antonio Caridi in aula
Il senatore Antonio Caridi nell’aula del Senato

“Sono soddisfatto, ho sempre avuto un comportamento improntato alla massima trasparenza”. Lo dice all’AdnKronos l’ex senatore del Pdl Antonio Caridi, tra gli assolti a Reggio Calabria, a conclusione del processo di ‘ndrangheta “Gotha”, che ha visto emettere le sentenze di primo grado dopo cinque anni di dibattimento.

Caridi, esponente di lungo corso di Forza Italia e poi senatore, fu arrestato nell’esercizio delle sue funzioni parlamentari nel 2016 dopo l’autorizzazione a procedere approvata a palazzo Madama.

“Mi voglio riprendere la mia vita, che è stata mortificata, anche da 18 mesi di carcere a Rebibbia, in alta sicurezza”. Per lui il pubblico ministero aveva chiesto 20 anni di carcere, per il reato di associazione mafiosa. Il verdetto ha deciso per l’assoluzione “perché il fatto non sussiste”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM