‘Ndrangheta, rinviato a giudizio l’ex senatore Pietro Fuda


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Pietro Fuda

L’ex senatore Pietro Fuda, già sindaco di Siderno, è stato rinviato a giudizio davanti al Tribunale penale di Locri con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. La prima udienza è stata fissata al 4 novembre prossimo.

Insieme a Fuda sono stati rinviati a giudizio altri 4 imputati che rispondono di varie contestazioni. Il Gup di Reggio ha accolto la richiesta avanzata dal sostituto procuratore Giovanni Calamita, della Procura distrettuale antimafia reggina, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri e dall’aggiunto Giuseppe Lombardo.

Pietro Fuda, che è assistito dagli avvocati Pietro Bertone e Riccardo Errigo, è stato senatore, più volte assessore regionale, ha ricoperto anche il ruolo di presidente dell’allora Provincia di Reggio Calabria e, infine, è stato sindaco di Siderno dal maggio del 2015 fino all’agosto del 2018, quando il Consiglio dei Ministri ha sciolto il Consiglio comunale per presunti condizionamenti da parte della criminalità organizzata. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER