Non si fermano gli sbarchi, ancora 106 migranti nella Locride


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
veliero-migranti
archivio

Non si arresta il ritmo degli sbarchi lungo le coste della Locride. Sono 106 i migranti di varie nazionalità arrivati nel Porto di Roccella Ionica a seguito di una operazione di soccorso in mare compiuta dai militari della Guardia Costiera. Tra di loro anche diverse donne e tanti minori tra cui anche bambini con meno di sei anni di età.

Prima di essere individuati a diverse miglia di distanza dalla costa calabra, i migranti si trovavano a bordo di una barca a vela alla deriva e in balia del mare particolarmente mosso a causa di forti venti di scirocco.

Dopo il trasferimento nell’imbarcazione della Guardia Costiera e l’arrivo in sicurezza nel Porto di Roccella, tutti i profughi provenienti da Siria, Iran, Iraq e Yemen, sono stati sottoposti al test del tampone molecolare e di seguito sistemati momentaneamente nel centro di primo soccorso di Roccella, struttura pubblica messa a disposizione dal Comune di Roccella e gestita dalla locale sezione della Protezione Civile.

Con l’arrivo di stamattina è salito a 34 il numero degli sbarchi (30 solo a Roccella Ionica) che finora si sono finora verificati nel solo tratto di costa della Locride negli ultimi 100 giorni.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM