Deteneva armi, munizioni e ghiri protetti, arrestato


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

A Bianco, nel reggino, i Carabinieri, nell’ambito di servizi volti alla prevenzione e repressione di reati in materia di armi, con il supporto dei militari delle Aliquote di Primo Intervento di Reggio Calabria, hanno arrestato P.M.., 58enne del posto, per detenzione abusiva di armi e munizioni clandestine, furto e violazione della legge sulla caccia.

Nello specifico, a seguito di perquisizione eseguita dai militari dell’Arma, nel sospetto che potesse detenere armi all’interno della sua abitazione, sono state rinvenute ben nascoste, tre pistole, tutte perfettamente funzionanti, pronte all’uso e con il caricatore inserito. Inoltre, occultate all’interno del pollaio, sotto un cumulo di paglia, i Carabinieri hanno scovato altre munizioni di vario calibro, 600 in totale. Nel corso della medesima operazione gli operanti, hanno inoltre rinvenuto all’interno del giardino di casa, venti esemplari di ghiro, tutti ammassati all’interno di una gabbia, specie selvatica protetta, troppo spesso agli onori delle cronache per essere piatto prelibato su alcune tavole calabresi. L’uomo, a seguito dell’udienza di convalida, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Quello descritto è solo l’ultimo rinvenimento, in ordine cronologico, di armi e munizioni, che si registrano nel territorio della Locride. Solo, nel settembre scorso, ricordiamo, sempre i militari della Compagnia di Bianco avevano arrestato a Casignana tre soggetti – padre e due figli – trovati in possesso di un arsenale di armi, una piantagione di marijuana e oltre 12 chili di hashish.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER