Riceve fondi per avviare una sartoria ma non esercita, nei guai una donna


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Invitalia le aveva concesso un’agevolazione economica di oltre 30mila euro per avviare una sartoria in via Sbarre inferiori a Reggio Calabria. L’esercizio commerciale era stato formalmente avviato ma, di fatto, l’attività economica non è mai stata mai esercitata.

Per questo motivo, la Guardia di finanza ha denunciato una cittadina di Reggio Calabria, di 41 anni. Coordinate dalla Procura diretta da Giovanni Bombardieri, le indagini del Gruppo di Reggio delle fiamme gialle hanno accertato che la beneficiaria degli incentivi statali aveva omesso di destinare il contributo economico ricevuto alle finalità per le quali era stato concesso.

Alla donna, nei giorni scorsi è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari per il reato di malversazione a danno dello Stato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER