Locali frequentati da troppi “picciotti”, chiusi due bar nel reggino

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Due bar, indicati come ritrovo di persone legate alla criminalità organizzata locale, sono stati chiusi per 15 giorni dai carabinieri ad Oppido Mamertina.

I militari, a seguito di attività di accertamento e di controllo del territorio, hanno proceduto all’attuazione del provvedimento in base alla legislazione di pubblica sicurezza che prevede la sospensione della “licenza di un esercizio che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico o per la sicurezza dei cittadini”.

Alla chiusura dei due locali pubblici, è stato riferito, si è giunti dopo l’intensificazione dei controlli disposta in seguito ad eventi intimidatori avvenuti nel comune di Oppido nel corso del 2021. In quelle circostanze i carabinieri, nella loro attività, avevano attestato tra settembre e dicembre scorsi, la presenza all’interno dei due esercizi commerciali di soggetti legati alla criminalità organizzata locale e pregiudicati a vario titolo.

La misura adottata nei confronti dei gestori dei due esercizi prevede la sospensione delle attività per due settimane con eventuale revoca definitiva della licenza commerciale qualora, in futuro, si dovessero ottenere analoghi riscontri.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER