Rumeno sorpreso in chiesa con indosso abiti talari, arrestato

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Crotone hanno tratto in arresto un rumeno di 27 anni, per i reati di furto aggravato, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Intervenuti in una chiesa del centro storico per segnalazione di furto in atto, gli agenti hanno individuato un soggetto, con indosso un abito talare e i paramenti religiosi, intento a rovistare all’interno della sagrestia, dopo aver aperto e danneggiato l’offertorio e un mobile, da cui aveva asportato i soldi delle offerte e il calice sacerdotale.

Alla vista dei poliziotti, il giovane straniero ha impedito loro l’ingresso, chiudendo repentinamente l’accesso alla sagrestia, in cui si era barricato, per cui, dopo diversi inviti ad aprire, rimasti inascoltati, la relativa porta è stata scardinata, consentendo di bloccare l’uomo, il quale ha desistito solo dopo l’estrazione, da parte di un agente, della pistola ad impulsi elettrici Taser.

Quindi, il ventisettenne, il quale si era impossessato, altresì, di altri cinque abiti talari, che aveva indosso, è stato tratto in arresto, ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.