Aggressione a giornalista reggino, individuate e denunciate 5 persone

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Cinque persone sono state individuate e denunciate dalla Polizia in quanto accusati di avere aggredito la sera del 31 agosto scorso il giornalista dell’emittente “Reggio TV” Cesare Minniti, di 43 anni.

L’aggressione era stata commessa mentre Minniti stava effettuando, nel quartiere “San Brunello”, alcune riprese per conto dell’emittente nella zona in cui poco prima c’era stato un incidente stradale autonomo.

Le indagini sull’aggressione state condotte dal personale delle Volanti della Questura, coadiuvato da quello della Digos.

Le persone denunciate sono familiari del conducente della vettura coinvolta nell’incidente del quale si stava interessando il giornalista nel momento in cui è stato aggredito.

Minniti, in particolare, è stato minacciato di morte e poi colpito con calci e pugni che gli hanno provocato lesioni per le quali ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale, che gli hanno diagnosticato traumi contusivi guaribili in sette giorni.