Vibo Valentia, tagliate piante d'ulivo a imprenditore

Vibo Valentia, tagliate piante d'ulivo a imprenditore Francesco Lopreiato
Piante di ulivo tagliate dalla ‘ndrangheta

VIBO VALENTIA – Ventisette piantine di ulivo sono state tagliate in un terreno di proprietà dell’imprenditore agricolo Francesco Lopreiato, di 43 anni, di San Gregorio d’Ippona (Vibo Valentia).

Francesco Lopreiato è figlio dell’avvocato Rosario Lopreiato, vittima di un agguato compiuto il 23 giugno del 2010 a Sant’Angelo di Gerocarne dal quale riuscì a salvarsi nonostante fu raggiunto più volte dai colpi di pistola all’addome.

A scoprire le piante di ulivo tagliate è stato lo stesso imprenditore agricolo, che ha presentato denuncia ai carabinieri. I danni ammontano a circa tremila euro. Sull’atto intimidatorio indagano i militari.