Nicotera. Scontro auto carabinieri e Audi del figlio del boss Mancuso


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
incidente-auto-carabinieri
(Archivio)

VIBO VALENTIA – Incidente stradale, nella serata di mercoledì, a Nicotera tra una gazzella dei carabinieri un Audi. Il bilancio è stato di tre feriti.

L’Audi era guidata da Emanuele Mancuso, 28 anni, di Nicotera, figlio di Pantaleone Mancuso, 55 anni, detto “l’ingegnere”, ritenuto a capo dell’omonimo clan di Limbadi (Vibo), catturato nel 2014 in Argentina dopo un periodo di latitanza.

Ad avere la peggio è stato Mancuso jr che ha riportato la frattura del femore e diverse escoriazioni e che è stato sottoposto a intervento chirurgico nell’ospedale di Vibo Valentia. Contusioni guaribili in 15 giorni, invece, per i tre carabinieri. Le cause dello scontro sono in corso di accertamento.

Mancuso, secondo quanto riportano alcuni organi di stampa, era alla guida dell’auto senza la patente che gli era stata revocata in virtù della sorveglianza speciale a cui era sottoposto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER