Rapina a Pizzo, fermato 26enne. Incastrato da guanti e video

Antonio Stella
Antonio Stella

I Carabinieri della Stazione di Pizzo, guidati dal Maresciallo Ordinario Paolo Fiorello, hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia nei confronti di Antonio Stella, classe 1989, residente a Lamezia Terme.

Il 26enne è ritenuto uno degli autori della rapina a mano armata all’ufficio postale di Pizzo consumata la mattina dello scorso 1 dicembre.

I militari si sono concentrati sul monitoraggio dei sistemi di sorveglianza presenti in paese e proprio grazie a nove di quelli sono riusciti a ricostruire il percorso di fuga, intrapreso lungo vie secondarie, effettuato dai malviventi prima a piedi e poi a bordo di una Lancia Libra di colore blu fino a Lamezia Terme.

Antonio Stella
Antonio Stella (Fb)

Gli investigatori dell’Arma hanno identificato compiutamente uno dei tre soggetti che, durante la fuga, veniva immortalato in viso da più sistemi di videosorveglianza.

Importanti per l’identificazione soprattutto sono stati i dettagli degli indumenti nonché dell’autovettura con la quale i rapinatori sono fuggiti ed in particolare i guanti rinvenuti presso l’abitazione di Antonio Stella durante la perquisizione effettuata nella serata di sabato.

Per rendere la sua identificazione difficoltosa il fermato nelle ore immediatamente successive alla rapina si era rasato la barba.

Un frame della rapina all'ufficio postale di Pizzo
Un frame della rapina all’ufficio postale di Pizzo

Un frame delle riprese della rapina all'ufficio postale di Pizzo

Un frame delle riprese della rapina all'ufficio postale di Pizzo