Pizzo, sequestrato un centro commerciale in costruzione

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Carabinieri PizzoI carabinieri della stazione di Pizzo insieme ai colleghi del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cosenza, hanno posto sotto sequestro un centro commerciale in costruzione in località bivio Angitola del comune di Pizzo. La decisione dei militari dopo un sopralluogo durante il quale sarebbero emerse alcune irregolarità

A spingere i militari a effettuare l’ispezione, anche numerose segnalazioni pervenute dalla cittadinanza. Il fabbricato interessato ai controlli è di circa 4.000 metri quadri.

Durante l’accesso i militari hanno potuto accertare come vi fosse in atto uno sbancamento con l’utilizzo di mezzi meccanici, nell’area retrostante il fabbricato, nonché lungo la fascia di rispetto della linea ferroviaria, consistente nella realizzazione di un terrazzamento-piazzale di circa 2.000 mq.

Dal successivo controllo della documentazione in possesso della ditta esecutrice dei lavori, anche alla presenza dei funzionari del comune di Pizzo, è risultato che i lavori di sbancamento in corso non sono conformi alle planimetrie allegate alla DIA (Denuncia Inizio Attività in edilizia); che l’ingresso principale del fabbricato, rispetto alle misure progettuali, presenta una differenza di diversi centimetri in più in larghezza.

Inoltre la lottizzazione, nel cui ambito sono state realizzate le opere di cui sopra, risulta scaduta nel 2012, mentre a breve distanza dal fabbricato vi è la presenza di un corso d’acqua e che la ditta dei lavori non è in possesso di alcuna autorizzazione paesaggistica;

Infine lo sbancamento si trova a ridosso dell’area retrostante il fabbricato nonché lungo la fascia di rispetto della linea ferroviaria e pertanto è necessario verificare se lo stesso possa costituire pericolo per la staticità dei piloni ferroviari insistenti a poca distanza. Alla luce degli esiti ispettivi il fabbricato nonché l’area retrostante adibita a terrazzamento-piazzale venivano posti sotto sequestro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM