‘Ndrangheta, 8 arresti per due omicidi nel Vibonese


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Polizia
Archivio

Vibo Valentia – La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di otto persone ritenute responsabili, a vario titolo, di due omicidi ed un tentato omicidio.

Le indagini, condotte dalle squadre mobili di Catanzaro e Vibo Valentia e dal Servizio centrale operativo di Roma, sotto il coordinamento della Dda di Catanzaro, avrebbero fatto luce su mandanti ed esecutori dell’omicidio di Mario Franzoni, avvenuto nel 2002 a Porto Salvo, di quello di Giuseppe Salvatore Pugliese Carchedi e del tentato omicidio di Francesco Macrì, avvenuti nel 2006 sulla statale 522 tra Vibo Marina e Pizzo Calabro, tutte vittime di agguati ritenuti di stampo mafioso.

Le indagini sono state supportate anche dalle dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia Giuseppe Giampà, Raffaele Moscato, Pasquale Giampà, Andrea Mantella. Gli arrestati apparterrebbero alla cosca dei Piscopisani che aveva cercato di veicolare l’idea che i delitti avessero un movente privato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER