Armi e munizioni a Nicotera, un arresto. CC abbattono drone sospetto


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Salvatore Calogero
Salvatore Calogero. A destra le armi e le munizioni sequestrate

Armi e munizioni sono state rinvenute dai carabinieri di Nicotera in una delle abitazioni di un 43enne del posto, Salvatore Calogero, che è stato arrestato e posto ai domiciliari. I militari, nel corso di un servizio di controllo, hanno trovato in casa dell’uomo due pistole, un fucile carabina, una carabina ad aria compressa, 9 serbatoi per pistola, 493 proiettili, una miccia esplosiva ed un ottica di precisione.

Poco prima, i carabinieri si erano trovati di fronte ad un drone, giunto improvvisamente in volo sopra i militari – che stavano eseguendo controlli antifurti nella zona Contrada Casabianca – che dapprima ha sorvolato le zone dov’erano i militari impiegati e poi, per motivi ancora in fase di ricostruzione, ha dato vita a diverse manovre repentine arrivando in picchiata sul personale dell’Arma che hanno poi deciso di abbatterlo, in tutta sicurezza. Il drone è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione della procura vibonese per le indagini del caso.

Durante i controlli, inoltre, i Carabinieri hanno trovato, nei pressi di un appezzamento dei terreno, due buste di cellophane contenente in totale 225 grammi di marijuana, che è stata sequestrata.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER