Armi e droga in casa, arrestata un’intera famiglia

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

arrestata famiglia taccone a caroniti di JoppoloI Carabinieri della Compagnia di Tropea e della stazione di Joppolo (Vibo), hanno arrestato stamattina un’intera famiglia con l’accusa di detenzione illegale di armi, munizioni e droga. Si tratta di Antonio Taccone, 59 anni, Domenica Calabrese (54), e i loro figli Salvatore (31) e Francesco Taccone (21), residenti a Caroniti di Joppolo.

Nel corso di un servizio di controllo straordinario disposto dal comandante provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia, finalizzato al contrasto di armi illegali, i militari hanno perlustrato un capanno nella disponibilità della famiglia trovando, in un bidone interrato sotto un balcone della propria casa, 17 involucri sigillati di marijuana dal peso complessivo di 170 grammi, altri due involucri da 25 grammi l’uno, due pistole semiautomatiche con matricola abrasa cal. 7.65 con 36 colpi, una pistola revolver cal. 22 con relativi 50 colpi.

I quattro, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria, ed in attesa del rito direttissimo.