Al ristorante con l’obbligo di dimora, arrestato


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Carabinieri(ANSA) – TROPEA (VIBO VALENTIA), 28 GIU – Stava pranzando tranquillamente in un ristorante ma le telecamere del locale lo hanno tradito. Francesco La Rosa, 47 anni, ritenuto esponente di spicco del clan omonimo, destinatario di un provvedimento di sorveglianza speciale con obbligo di dimora, è stato individuato in un ristorante di Vena di Ionadi, fuori dal comune di residenza, intento a parlare con una persona con precedenti.

La Rosa è riuscito a lasciare il locale prima che arrivassero i carabinieri ma è stato inchiodato alle proprie responsabilità proprio grazie al sistema interno di video sorveglianza che ne attestava la presenza. L’uomo, che nel frattempo era rientrato a Tropea, è stato poi avvicinato dai carabinieri e, al termine dell’acquisizione delle immagini delle telecamere, dichiarato in arresto per evasione dagli obblighi e sottoposto ai domiciliari.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER