Candidato a sindaco di Tropea (FI) minacciato di morte

Ad aggredirlo sarebbe stato un medico dell'Asp di Vibo anch'egli di Forza Italia perché non gradisce la candidatura della nipote. "Ti uccido". Auto colpita con ascia

Black Friday Carlomagno novembre 2018
Il coordinatore di Forza Italia a Tropea, Giovanni Macrì.
Il coordinatore di Forza Italia a Tropea, Giovanni Macrì.

Il coordinatore cittadino di Forza Italia di Tropea, Giovanni Macrì, ha denunciato ai carabinieri di essere stato aggredito verbalmente e minacciato. Secondo quanto riferito ai militari da Macrì – che è avvocato e candidato sindaco della cittadina tirrenica alle amministrative del prossimo 21 ottobre – sarebbe stato avvicinato da un medico dell’Asp di Vibo Valentia, che dopo averlo atteso nelle vicinanze dello studio legale avrebbe iniziato ad insultarlo.

In particolare, il medico, esponente anche lui di Forza Italia, avrebbe accusato Macrì di aver candidato una sua nipote nella lista “Forza Tropea”, pur sapendo che lui stava per scendere in campo in uno schieramento concorrente. Dalle ingiurie l’uomo sarebbe passato alle minacce aggiungendo: “Ti uccido, ti aspetto davanti al Comune, tu la lista non la presenti”. A quel punto Macrì si è allontanato ed ha avvisato i carabinieri scoprendo successivamente che la sua moto era stata presa a colpi d’ascia.