Tenta il suicidio dandosi fuoco al cimitero, è gravissimo

E' successo nel Camposanto di Stefanaconi, nel vibonese. L'uomo, dipendente del comune, prima di compiere il gesto avrebbe inviato dei messaggi scusandosi per non aver evaso una pratica di lavoro

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

pronto soccorso ambulanzaUn uomo N.A., di 58, anni si è dato fuoco dopo essersi cosparso di benzina stamani a Stefanaconi, in provincia di Vibo Valentia, e versa in gravissime condizioni.

Il fatto è avvenuto all’interno del cimitero comunale del paese. Il 58enne, dipendente comunale, ha riportato gravi ustioni in gran parte del corpo e si trova attualmente ricoverato in un centro specializzato a Catania. Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini.

Il motivo del gesto sarebbe legato a non meglio precisate circostanze sull’attività lavorativa, forse anche una pratica di lavoro non evasa. L’uomo, responsabile dell’ufficio finanziario del Comune, poco prima di tentare il suicidio ha inviato una serie di messaggi attraverso i quali si sarebbe scusato per non aver evaso una pratica di lavoro.

Sono state alcune persone presenti nel Camposanto a soccorrere per primi il 58enne, sposato e padre di tre figli, gettandogli addosso dell’acqua.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB