La Banca non gli apre il conto e arrabbiato lancia una molotov

E' successo oggi, in pieno centro a Vibo Valentia. Un uomo ha lanciato una bottiglia incendiaria contro l'ingresso dell'istituto. Poi si è costituito.


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Momenti di tensione, oggi, in pieno centro a Vibo Valentia, quando un uomo ha lanciato una bottiglia incendiaria contro l’ingresso della locale agenzia della Bper, la Banca popolare dell’Emilia Romagna, dandosi poi alla fuga.

Sul posto posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno soccorso l’unico dipendente presente nei locali al momento dell’attentato, rimasto bloccato a causa delle fiamme e del fumo che hanno iniziato ad invadere i locali. Dopo alcuni minuti concitati, i vigili del fuoco sono riusciti a entrare ed a portare fuori l’impiegato, che è stato condotto in ospedale per accertamenti.

L’uomo che ha lanciato la bottiglia incendiaria si è poi costituito in Questura. Si tratta di un disoccupato di 42 anni di Rombiolo (Vibo Valentia), che, secondo quanto si è appreso, avrebbe agito per presunte diatribe con l’istituto di credito a causa della mancata apertura di un conto corrente. Sui motivi del gesto, comunque, sono in corso le indagini della Polizia di Stato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM