Scomparsa fratelli Mirabello, accertamenti del Ris su oggetti ritrovati

Indagini serrate per risalire a Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, spariti da Dolianova il 9 febbraio scorso. La Procura di Cagliari ha aperto un'inchiesta per duplice omicidio. Indagati i vicini di casa


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
I fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello

Sono durati quasi tre ore gli accertamenti tecnici irripetibili svolti questa mattina dai carabinieri del Ris di Cagliari sui guanti e su altri reperti, tra i quali una roncola, alcune scarpe, un martello e un bastone, recuperati nel corso delle indagini sulla scomparsa dei due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, spariti da Dolianova il 9 febbraio scorso, sulla quale la Procura di Cagliari ha aperto un’inchiesta per duplice omicidio.

Insieme agli specialisti del Ris c’erano gli avvocati Maria Grazia Monni e Patrizio Rovelli che difendono rispettivamente Joselito e Michael Marras, padre e figlio, vicini di casa dei Mirabello, iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di duplice omicidio.

Oggi si è trattato di un primo incontro organizzativo per catalogare anche tutti i reperti. Gli avvocati della difesa nelle prossime ore potrebbero decidere di nominare un consulente di parte che verrà da fuori Sardegna. (Ansa)

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb