Sparatoria dopo una lite a Vibo, un arresto

Si tratta di un 58enne. Il fatto di sangue è avvenuto al culmine di una lite scoppiata per futili motivi, probabilmente legata a dissidi di vicinato.

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Squadra mobile

E’ stato sottoposto a fermo da personale della Squadra mobile di Vibo Valentia l’uomo di 58 anni, P.F., gravemente indiziato del tentato omicidio a colpi di pistola di un uomo di 44 anni che era a bordo della sua auto.

Il fatto è avvenuto al culmine di una lite scoppiata per futili motivi, probabilmente legata a dissidi di vicinato. La vittima, colpita al torace, era stata soccorsa e portata nel pronto soccorso dell’ospedale di Vibo Valentia. A distanza di qualche ora, il cinquantottenne si era costituito in Questura dichiarando di avere avuto in precedenza un’accesa discussione con la persona ferita e di avere subito pesanti minacce. A tale scopo e temendo per la propria incolumità, secondo quanto ha dichiarato, si sarebbe armato di una pistola semiautomatica, detenuta illegalmente.

Nel pomeriggio di mercoledì scorso, i due, incrociatisi nuovamente, avevano avuto un ennesimo acceso diverbio al culmine del quale il fermato, a bordo della propria vettura, ha sparato tre colpi d’arma da fuoco nei confronti della vittima. Anche la compagna del 44enne, che era in auto con lui, ha riportato delle contusioni a causa dell’impatto che l’auto, dopo il ferimento del conducente, ha avuto con il muro di un’abitazione.

Il provvedimento di fermo del cinquantottenne, a seguito degli elementi raccolti dagli investigatori della Questura, anche con l’ausilio dei carabinieri, è stato emesso dal sostituto procuratore di Vibo Valentia Eugenia Belmonte

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB