Rinascita-Scott, Pittelli lascia il carcere e va ai domiciliari

Accolta dal Riesame l'istanza dei legali dell'ex parlamentare di FI. Il processo si aprirà il 9 novembre prossimo dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Giancarlo Pittelli

Lascia il carcere per gli arresti domiciliari, con braccialetto elettronico, l’avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli, arrestato il 19 dicembre 2019 nell’ambito dell’operazione Rinascita-Scott della Dda di Catanzaro.

La decisione è stata assunta dal Tribunale del Riesame di Catanzaro in accoglimento di un’istanza degli avvocati Guido Contestabile e Salvatore Staiano. Il processo nei confronti di Giancarlo Pittelli – l’accusa principale è quella di concorso esterno in associazione mafiosa – si aprirà il 9 novembre prossimo dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB