Rinascita-scott, iniziato e subito rinviato il processo a Pittelli e altri tre imputati

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Tribunale di Vibo Valentia

Ha preso il via stamani nell’aula del vecchio palazzo di giustizia di Vibo Valentia ed è stato rinviato al 13 gennaio prossimo il processo disposto con rito immediato nei confronti dell’avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli, dell’ex sindaco di Nicotera Salvatore Rizzo, dell’imprenditore Mario Lo Riggio e dell’avvocato Giulio Calabretta.

Il rinvio è stato disposto dal tribunale – presieduto da Tiziana Macrì – dopo che i pm della Dda di Catanzaro Annamaria Frustaci e Antonio De Bernardo, hanno fatto una richiesta in tal senso per attendere l’esito dell’udienza preliminare – in corso a Roma – davanti al gup distrettuale Claudio Paris che il 3 dicembre dovrebbe decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per gli altri 456 imputati nell’ambito dell’inchiesta “Rinascita-scott”.

La Dda, infatti, intende valutare la riunificazione dei due tronconi del processo. Contro la richiesta si sono espressi i difensori dei 4 imputati secondo i quali il rinvio dell’udienza intaccherebbe “inevitabilmente il diritto di difesa e in particolare il fatto che gli imputati hanno optato per il giudizio immediato”, segnalando, pertanto, l’assenza di ragioni giuridiche che possano giustificare una simile riunione dei due procedimenti. I giudici, però, dopo una camera di consiglio hanno optato per il rinvio per valutare la riunificazione col filone principale in ordine alle questioni preliminari.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB