Furti ed estorsioni col “cavallo di ritorno”, sgominata banda nel Vibonese

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Un gruppo criminale composto da sette persone e specializzato in furti ed estorsioni attraverso il metodo del “cavallo di ritorno”, è stato sgominato dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia nell’ambito dell’operazione denominata “Trailer fee” coordinata dal Procuratore Camillo Falvo.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse, a vario titolo, dal Gip del tribunale di Vibo Valentia su richiesta della Procura per i reati di estorsione consumata e tentata ricettazione, detenzione illegale e porto abusivo di arma da fuoco.

Le indagini che hanno portato allo smantellamento della banda, che operava tra il vibonese e la Piana di Gioia Tauro, sono partite dalla denuncia del furto di un rimorchio di autoarticolato, avvenuto nel maggio 2020 a Mileto.

La vittima del furto ha avuto un ruolo attivo fornendo aperta collaborazione e consentendo agli investigatori una rapida ed efficace attività di riscontro che ha portato all’identificazione di tutti i responsabili.

L’operazione denominata è scattata nella notte e ha visto impegnati oltre 50 militari dell’Arma che hanno dato esecuzione al provvedimento cautelare. Effettuate anche numerose perquisizioni finalizzate alla ricerca di ulteriore materiale probatorio..

I dettagli dell’operazione saranno illustrati dal Procuratore Falvo nel corso di una conferenza che si terrà alle 10:30 nella sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM