‘Ndrangheta, arrestate due persone nel vibonese


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Nella serata del 14 dicembre 2021, i Carabinieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia, hanno dato esecuzione alla misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Salvatore Morelli e Domenico Tomaino, disposta a suo tempo dal gip presso il Tribunale di Catanzaro, sulla base della ritenuta sussistenza di gravi indizi in ordine al delitto di cui all’art. 416 bis (Associazione di tipo mafioso) e altro, circa la loro presunta partecipazione, con ruolo di rilevo, alla locale di ‘ndrangheta di Vibo Valentia.

Gli stessi si erano sottratti alla esecuzione della misura cautelare, a suo tempo adottata dal Gip presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di
Catanzaro, ed eseguita in data 19 dicembre 2019 nei confronti di numerosi altri indagati, nell’ambito del procedimento penale 2239/14 RGNR.

Per Salvatore Morelli e Domenico Tomaino il procedimento penale allo stato si trova nella fase del dibattimento dinanzi al Tribunale di Vibo Valentia.

Dopo il lungo periodo di tempo (quasi due anni) durante il quale si sono sottratti alla esecuzione del provvedimento, emesso nel corso delle indagini preliminari, i militari dell’Arma dei Carabinieri, con il costante coordinamento della Dda di Catanzaro, hanno localizzato gli stessi in un’abitazione di Conidoni, una frazione di Briatico.

In considerazione della particolare conformazione dell’area di operazioni, l’intervento ha comportato l’impiego di personale dei Cacciatori di Calabria, del Nucleo Investigativo Provinciale, del Raggruppamento Operativo Speciale e del Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri che hanno agito – spiega una nota dell’Arma – con straordinaria professionalità.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER