Incendio in un garage in Emilia, muore un 27enne calabrese

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Era originario di Tropea e aveva 27 anni Giovanni Bozzolo, l’uomo morto a Carpi, in Emilia Romagna, a seguito di una esplosione dovuta ad un incendio in un garage.

Il giovane, laureato in Matematica e docente al liceo scientifico di Carpi, insieme ad un amico stava eseguendo lavoretti di manutenzione su un’auto che gli sarebbe servita per tornare in Calabria per le feste natalizie.

Giovanni Bozzolo era figlio del fotoreporter Vittorio Bozzolo, originario di Soverato ma residente da decenni a Tropea. Sulla tragedia che ha sconvolto la cittadina è intervenuto il sindaco della cittadina costiera del Vibonese, Giovanni Macrì.

“Sento il bisogno – ha detto Macrì – di condividere con tutta la nostra comunità una notizia terribile. Giovanni Bozzolo era un ragazzo in gamba, amato da tutti per la sua bontà e la sua crudele sorte ci stringe il cuore. Le parole servono solo a unirci nella condivisione del dolore col desiderio di rappresentare la nostra vicinanza al suo papà Vittorio, alla sua mamma Angelina e a tutta la famiglia. La città tutta – conclude Macrì – soffre e abbraccia Giovanni: sarai sempre con noi giovane figlio di Tropea”.

La persona rimasta ferita nella deflagrazione è sempre ricoverata in gravi condizioni in ospedale a Cesena. Sono in corso indagini per accertare le cause di quanto accaduto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER