Si immerge per fare pesca subacquea e muore per un malore

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
archivio

Un uomo di 58 anni, Giorgio Ceravolo, è morto ieri sera in seguito di un malore mentre stava facendo attività amatoriale di pesca subacquea.

L’uomo si è immerso nello specchio d’acqua antistante la stazione ferroviaria di Pizzo Calabro. Ad un certo punto, però, non è più riemerso e questo ha fatto scattare le ricerche da parte dei presenti rese difficoltose dalla scarsità di luce. È stato il fratello dell’uomo, qualche minuto dopo, a notare una sagoma in mare.

Subito portato a riva il 58enne è stato soccorso ma per lui non c’è stato nulla da fare come hanno constatato i medici del 118 giunti sul posto nel frattempo, insieme a personale della capitaneria di porto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER