La stazione spaziale cinese verso la Terra, lanciata l’allerta “Idrazina”

Il Ministero dell'Interno ha comunicato l'allerta. I frammenti di Tiangong, contengono "Idrazina", una sostanza altamente tossica e corrosiva, quanto cagerogena.

Carlomagno Nuova Jeep Compass Aprile 2021

Tiangong-1Si sta minacciosamente avvicinando all’atmosfera terrestre la stazione spaziale cinese Tiangong 1, ormai fuori orbita e fuori controllo. Il suo impatto con la terra è imminente. Le previsioni basate sulle osservazioni e sui calcoli della traiettoria indicano per ora il periodo compreso fra il 28 marzo (ieri) e il 4 aprile, ma la situazione si evolve continuamente. Il giorno esatto potrebbe essere il giorno di Pasqua.

“Che cadano frammenti sull’Italia c’è una probabilità su 300.000 – È quasi 100 volte più probabile vincere alla Lotteria Italia che veder cadere sulle nostre teste la stazione spaziale cinese Tiangong-1″, aveva fatto sapere l’altro giorno il Centro di eccellenza in Telerilevamento e Modellistica previsionale di eventi severi (Cetemps) dell’Aquila. Ma non si sa mai. La Fortuna, è il caso di dire, è sempre cieca.

Intanto è stata lanciata l’allerta. “Tiangong sta continuando la sua orbita di avvicinamento alla superficie terrestre dove inizierà a precipitare, disintegrandosi, ma creando dei frammenti alcuni dei quali potrebbero arrivare al suolo”, afferma il presidente dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), Roberto Battiston, intervistato da askanews.

“Le ultime analisi – spiega – ci mostrano che la precisione con cui siamo in grado oggi di determinare l’istante di ingresso nell’atmosfera si è ridotta a 20 ore ed è centrata nella notte del primo aprile 2018 tra le 3 e le 4 del mattino, ora locale”. In realtà, secondo i grafici dell’Esa, al momento le possibilità che detriti della Tiangong-1 finiscano sulla terraferma – e in particolare sul territorio italiano – sono davvero molto basse.
Continua a leggere dopo l’immagine.

Allerta Tiagon 1 vigili

“Il luogo dove avverrà quest’ingresso – ha continuato Battiston – potremo definirlo solo nelle 36 ore precedenti, via via con precisione fino all’ultima informazione che verrà data circa 40 minuti prima quando ormai sarà definito il punto d’impatto e la scia che si definisce per quanto riguarda i frammenti”.

La Centrale per l’Emergenza e il Soccorso tecnico del Ministero dell’Interno ha comunicato a tutti i corpi, Protezione civile e Vigili del fuoco compresi (per il rischio biologico e chimico), un’allerta per l’eventuale caduta di frammenti provenienti dal disintegro della stazione spaziale Tiangong, specificando che i frammenti contengono “Idrazina”, una sostanza altamente tossica e corrosiva, quanto cagerogena. Pericolosa se inalata. Ci sono poche probabilità che cadano frammenti sull’Italia, ma meglio stare molto attenti.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM